martedì , 19 settembre 2017
NEWS

Territorio

a0f9.immagineTerritorio Comune di Varano (www.comune.varano-demelegari.pr.it)

La valle del Ceno (www.valcenoweb.it) i Castelli del Ducato (www.castellidelducato.it).

Le vicende storiche del borgo di Varano sono inscindibili da quelle del castello, che viene costruito nel XV secolo a presidio della valle. Nel 1452, dopo la riconquista del feudo da parte di Rolando il Magnifico, l’edificio torna stabilmente sotto il possesso dei Pallavicino e assume l’assetto attuale, che lo differenzia dagli altri castelli parmigiani del Quattrocento per molti aspetti, e tra questi: le quattro torri non angolari, la facciata di sud-ovest con le tre torri allineate, e il portale d’accesso che si apre su un fianco della torre, con una soluzione certamente insolita ma tatticamente molto efficace.

Nel 1805 i Levacher subentrano ai Pallavicino nella proprietà del castello, e la conservano fino al 1965. Il castello è oggi di proprietà comunale. L’attuale struttura fortificata, a pianta rettangolare e torri angolari, conserva ancora l’assetto quattrocentesco con beccatelli sporgenti e scarpa basamentale. Le strutture interne dell’edificio mostrano invece ripetuti interventi di ristrutturazione e adeguamento attuati a partire dal XVIII secolo, con la creazione dello scalone ad opera di Alessandro Pallavicino nel 1715, fino al XX secolo, con la parziale trasformazione operata nel primo dopoguerra dalla famiglia Levacher.

Il Signore e la corte: Rolando Pallavicino, detto “il Magnifico” (1394 – 1457), nato nel 1394, svolge un ruolo primario nella complessa e contraddittoria vicenda parmigiana nella prima metà del XV secolo. Coinvolto, con i Rossi e i Terzi, nello scontro fra le fazioni per il controllo dei passaggi strategici del Po, della viabilità sulla via Emilia e della zona delle saline di Salsomaggiore, Rolando Pallavicino, noto anche per aver imprigionato e derubato il legato pontificio Branda Castiglioni nel 1410, svolge numerose imprese militari e diplomatiche per i duchi Visconti di Milano, in un’epoca che vede la massima estensione territoriale dei possessi del casato milanese.Con la morte di Rolando nel 1457 si ha lo smembramento in più signorie dello stato pallavicino e la sottomissione del casato alla volontà dei duchi di Milano..A Rolando si deve la costruzione del castello di Varano: roccaforte strategica a salvaguardia della vallata del Ceno, costituiva uno dei migliori esempi di architettura difensiva dell’inizio del Quattrocento.

Il castello apre al pubblico: dopo la recente acquisizione da parte del Comune di Varano de’ Melegari. I primi restauri programmati riguardano alcune sale al piano terra e al primo piano, collegate tra loro dallo scalone d’onore settecentesco. I locali diventano il primo tassello del percorso espositivo permanente che comprenderà un originale e ricco Museo dedicato alle forme del Pane e alle tradizioni legate alla lavorazione di questo antichissimo prodotto dell’uomo.

Orari d’apertura: Mesi da Gennaio a Marzo e da Settembre a Dicembre sabato e domenica dalle 10,00 ale 17,00, giorni feriali chiuso (è possibile la visita solo per gruppi su prenotazione)

Periodo da Aprile al 14 Luglio e dal 19 al 31 Agosto sabato e domenica dalle 10,00 ale 18,00, giorni feriali chiuso (è possibile la visita solo per gruppi su prenotazione)

Periodo dal 15 Luglio al 18 Agosto dal martedì alla domenica dalle 10,00 alle 18,00 lunedì non festivi chiuso Ingressi scaglionati max. 25 persone.

Segreteria/Biglietteria Castello di Varano de’ Melegari, Via Rocca 1, 43040 Varano de’Melegari (PR) Tel. 0525 53564 – 348 7694257 Fax 0525 853112853 e-mail: castello.varano@libero.it

 
 
ACIACI-CSAIFIAFimRegione Emilia RomagnaMotor ValleyComune di VaranoProvincia di Parma